Trevisopress

Domenica
22 Ottobre
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

TREVISO. Il Collegio di Duino al Pio X per le selezioni Veneto

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

altSABATO 4 FEB 2017 - Per la prima volta il Collegio del Mondo Unito (in foto il castello di Duino) arriva a Treviso per la scelta dei candidati alla borsa di studio e sceglie il Collegio Pio X come base per le selezioni venete, un luogo significativo dove gli studenti già da qualche anno frequentano l'International con diploma IB. Oggi e domani domenica 5 febbraio dalle 8 alle 19 una commissione, composta da un commissario, 7 ex-allievi e un genitore, prende in esame 45 candidati veneti. I ragazzi che superano le selezioni interregionali prima e le nazionali poi sono ammessi in una delle 17 sedi del Collegio nel Mondo, dove si troveranno gomito a gomito con giovani di ogni luogo. Per gli italiani i posti a disposizione sono 46 di cui 12 nella sede di Duino. Una selezione dura dunque per delle borse di studio gratuite o parziali, secondo le possibilità economiche delle famiglie. Vi hanno accesso gli studenti degli ultimi due anni delle superiori per ottenere il baccalaureato internazionale, porta d'ingresso a quasi tutte le Università del mondo. Al Collegio del Mondo Unito gli studenti si prendono cura della propria camera, dei propri indumenti, si aiutano e soprattutto socializzano con la gente del luogo. A inizio anno, appena messo piede in terra friulana, c'è il pranzo di benvenuto: le famiglie ospitano per quel giorno uno o più giovani per aiutarli ad ambientarsi. Ogni ragazzo deve svolgere, oltre al lavoro scolastico, attività sociali che vanno dall'assistenza alla cura ambientale. Una scuola capace di unire culture differenti non può che lasciare un'impronta negli studenti. Amicizie nate al Collegio del Mondo Unito durano nel tempo in qualsiasi luogo abbiano deciso o dovuto trasferirsi poi i protagonisti. Amicizia, pace, convivenza e cultura ad ampio respiro ne fanno fin dalle origini la scuola più ambita, e gli studenti che ne escono sono apprezzati da aziende e organizzazioni. “È una collaborazione tra due istituzioni”, ha detto il rettore del Pio X mons. Lucio Bonomo, “con numerosi punti in comune sia nella proposta formativa che nel percorso degli studi. Il Pio X ha introdotto metodi e contenuti validi per un’esperienza internazionale, in particolare con l’avvio del Pio International che conduce, come i Collegi del Mondo Unito, al baccalaureato. Ma un altro punto di contatto è la valorizzazione dell’esperienza nell’approccio allo studio. Siamo ben lieti di essere stati scelti per costituire la sede veneta dei primi colloqui”.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube