Trevisopress

Venerdì
17 Novembre
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

TREVISO. Grande evento di Goldin a fine febbraio con Rodin, Martini e Gino Rossi

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

altaltMERCOLEDì 25 OTT 2017 - La mostra dei Cento Giorni aprirà i battenti il 24 febbraio 2018 al Museo Civico Santa Caterina di Treviso, dedicata a Auguste Rodin, francese, nel centenario della sua morte. Accanto alle sue opere (sculture, disegni e acquarelli) saranno esposti capolavori di Arturo Martini e di Gino Rossi, trevigiani, nel 70° della morte. Oltre alla sede di Santa Caterina sarà utilizzata anche la sede del Bailo che verrà trasformato, concettualmente, come sede di esposizioni temporanee. Il grande evento per Treviso e la provincia è realizzato da Linea d’Ombra di Marco Goldin per il Comune di Treviso e il coinvolgimento di associazioni imprenditoriali, camera di commercio e singole aziende rappresenta un evento dentro l’evento. Alla presentazione fatta questa mattina a Santa Caterina, con il sindaco Giovanni Manildo e l’assessore Luciano Franchin, erano infatti presenti Mario Pozza della Camera di commercio, Maria Cristina Piovesana di Unindustria, Vendemiano Sartor di Confartigianato, Elisa Baccini dell’omonimo Gruppo in qualità di main sponsor. Altri partner istituzionali sono Confcommercio e Coldiretti. Gli sponsor sono Pinarello, Gruppo De Longhi, Logos, CEV, Consorzio del Prosecco, Zanardo servizi logistici. Per l’occasione il Museo di Santa Caterina aprirà gli spazi integralmente restaurati della sala ipogea intitolata a Giovanni Barbisan e vi saranno riunite una ottantina di opere di Auguste Rodin (50 sculture e 30 opere su carta). Tra i capolavori saranno in mostra il Bacio, il Pensatore, l’Uomo dal naso rotto, la Porta dell’Inferno. Al patrimonio del Bailo appartengono oltre cento opere di Martini. Di Gino Rossi sono 8 le opere patrimonio del Museo e Marco Goldin ne ha aggiunte altre venti per realizzare un ‘ritorno’ di Gino Rossi a Treviso e una retrospettiva su di lui che mancava dal 1974. Nelle foto, la presentazione in Santa Caterina.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube