Trevisopress

Venerdì
17 Novembre
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

TREVISO. Il progetto Sprar deve continuare

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

alt31 OTTOBRE 2017. Sprar, il Comune di Treviso scrive al Ministero per dare seguito al progetto. L’incarico per la gestione dei 49 posti previsto scadrà il 31 dicembre termine entro il quale l’amministrazione intende aver già pubblicato il nuovo avviso di interesse e individuato il soggetto attuatore. “Ci auguriamo che i 49 posti possano diventare di più - dichiara l’assessore delegato Anna Caterina Cabino - ciò significherebbe che, anche sulla scorta della circolare già emanata dal Ministero, i CAS (centri di accoglienza straordinaria) potranno, nel rispetto dei criteri previsti dallo SPRAR, essere convertiti. Su questa linea si sta muovendo anche il Ministro Minniti. Sul punto si è espressa nei giorni scorsi anche il Prefetto che, in un incontro con i Sindaci che aderiscono alla rete di Treviso, ha indicato nell’accoglienza diffusa uno strumento più proficuo per l’inserimento di chi ha veramente bisogno”.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube