Trevisopress

Mercoledì
20 Giugno
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

ASOLO. La disavventura di Ballan

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

alt4 GENNAIO 2018. "Se al mio posto ci fosse stato un bambino o un anziano, sicuramente sarebbero finiti sotto l'auto. Sono deluso e disgustato per la reazione dell'automobilista, ma i ciclisti sono da rispettare". Alessandro Ballan dalla "fucilata di Varese" dove si è laureato campione del mondo di ciclismo,  alle "spintonate" di Asolo dove per poco ieri pomeriggio ha rischiato di finire sotto un'auto e poi quasi è venuto alle mani con l'automobilista un giovane del posto. Una esperienza che ha segnato il campione di Castelfranco che ripensa anche all'amico Modolo investito proprio nell'asolano una decina di giorni fa :"forse la mia reazione è stata troppo istintiva ma veramente ho rischiato di cadere senza un motivo". Ieri pomeriggio Ballan ha inforcato la bicicletta per un giro nell'asolano. Era giunto a Pagnano, diretto verso Cornuda ed in località "Casonetto"  e mentre percorreva la strada diritta ad una velocità di 35 km orari, è stato superato da un'auto che gli è passata talmente vicina che con lo specchietto gli ha toccato la mano. A stento è riuscito a stare in strada e d'istinto ha alzato il braccio come...mandare a quel paese l'automobilista. "Questo è stato un errore, lo riconosco ma veramente me la sono vista brutta" ha spiegato l'ex campione a mente fredda. Un gesto comunque notato dall'automobilista che poco dopo si è fermato. Raggiunto da Ballan gli ha chiesto il perché di quella mossa azzardata e ne è nato un alterco, con qualche spinta. Proprio in quel momento si è fermato un altro automobilista sui 35 anni che, senza aver visto l'episodio ha preso le difese del collega che nel frattempo è salito in macchina e se ne è andato seguito poco dopo anche dal trentacinquenne.

"Ricordo che le auto devono passare ad almeno un metro e mezzo dai ciclisti in strada. Poi  vorrei dire ai giovani automobilisti di stare molto attenti perché il nuovo codice della strada e severissimo in questi casi. Rischiano il ritiro della patente per almeno 5 anni e poi sanzioni pecuniarie a non finire da condizionare la loro vita". ha detto Ballan. Gabriele Zanchin

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube