Trevisopress

Sabato
18 Agosto
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

ECONOMIA. Confartigianato Treviso. Incontro su "Impresa sotto tiro"

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

alt6 FEBBRAIO 2018. Gli artigiani riuniti in Confartigianato Imprese Treviso i sono riuninti lunedì sera 5 febbraio per confrontarsi sulle principali novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2018 e sugli effetti che questa comporterà per le aziende. Già il titolo scelto per la serata, “Impresa sotto tiro”, descrive il senso di inquietudine con la quale gli imprenditori locali vivono la situazione attuale. In sala erano presenti 250 artigiani, oltre a quelli che hanno seguito i lavori da casa, in diretta streaming. 

“Siamo stanchi delle troppe promesse non mantenute da parte del nostro Governo” - ha aperto la serata Ennio Piovesan, presidente mandamentale di Confartigianato Imprese Treviso. “Il messaggio che i nostri politici vorrebbero trasferire all'opinione pubblica è che l'unico problema dell'economia italiana sarebbe l'evasione fiscale e che l'esistenza di tale 'mostro' giustificherebbe ogni iniziativa messa in atto dallo Stato per combatterlo. Da qui l'istituzione dei vari spesometri, delle comunicazioni trimestrali IVA, i visti di conformità per poter disporre di propri legittimi crediti e, infine, la fattura elettronica, che diventerà obbligatoria per tutti già da inizio 2019, anche per il rifornimento di carburante al distributore, eliminando le attuali scheda carburante. Purtroppo, ci si dimentica però di aggiungere che sono tutti adempimenti completamente a carico delle imprese e che sino ad oggi hanno prodotto scarsissimi risultati sul fronte sia della crescita economica del Paese sia dell'evasione fiscale. Infine, ci era stato detto che tutte le risorse recuperate con la lotta all'evasione, sarebbero state utilizzate per ridurre il carico fiscale (a tal proposito, era stato istituito addirittura il Fondo per la Riduzione della Pressione fiscale, poi dirottato a coprire altre esigenze), ma questi effetti positivi noi non li abbiamo ancora percepiti. Con questo, non intendiamo assolutamente dire che siamo contrari alle politiche di contrasto all'evasione fiscale, anzi; siamo invece contrari alle metodologie finora applicate, con adempimenti burocratici maldestramente ideati”.
La parte tecnica della Legge di Stabilità è stata illustrata agli artigiani dai commercialisti Dario Marzola ed Andrea Mestriner di Confartigianato Imprese Treviso. 
In particolare, durante la serata Confartigianato Imprese Treviso ha spiegato le azioni che nell'ultimo anno ha posto in atto per cercare di contrastare - o quanto meno ammorbidire - gli effetti di taluni provvedimenti di Governo e Parlamento considerati deleteri.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube