Trevisopress

Sabato
18 Agosto
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

PIEVE DI SOLIGO. Autismo: un centinaio di ragazzi seguiti. Coinvolte scuola e famiglia

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

alt9 FEBBRAIO 2018. Sono un centinaio i bambini e ragazzi con autismo, residenti nel Distretto Pieve di Soligo, seguiti dai Servizi per l’Età Evolutiva dell’Ulss 2, dal presidio di riabilitazione de “La Nostra Famiglia”, e affiancati, nel contesto scolastico, da insegnanti di sostegno e addetti all’assistenza. La specificità e complessità dei bisogni di questi ragazzi e delle loro famiglie richiede, al fine di realizzare le migliori condizioni di vita possibili, oltre alle competenze specialistiche multidisciplinari, una collaborazione e un coinvolgimento attivo di tutti i soggetti coinvolti.

In considerazione di ciò l‘Ulss 2, l’ Ambito Scolastico Territoriale di Treviso, il Centro Territoriale per l’Inclusione, La Nostra Famiglia di Conegliano-Pieve di Soligo, la Fondazione “Oltre il Labirinto” Onlus e l’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici Onlus di Treviso, hanno avviato, dall’Anno Scolastico 2011-12 progetti formativi per docenti ed operatori, finalizzati a migliorare l’ inclusione scolastica di questi ragazzi. Le attività formative, articolate sia in forma laboratoriale che plenaria, hanno convolto, finora, oltre 2.000 operatori scolastici, con ottimi livelli di partecipazione e riscontri positivi sul miglioramento delle competenze dei docenti. Alla luce dei risultati raggiunti si è ritenuto di riproporre anche per l’ anno scolastico 2017-18 l’ attività di tutoraggio e di laboratorio nei vari ordini di scuola. Accanto all’attività di formazione rivolta specificatamente ai docenti, quest’anno è previsto anche un ciclo di incontri, presso l’Auditorium Toniolo di Conegliano, cui potranno partecipare, oltre agli insegnanti e agli operatori dei servizi, anche i genitori.

Si partirà il 13 marzo, dalle 16.30 alle 18.30 con un incontro su “I rapporti con i fratelli”, che vedrà come relatore il dott. Pichal. Seguirà, il 27 marzo, stesso orario e stesso relatore, un incontro su “Organizzare il tempo libero e facilitare la partecipazione ad attività sportive e ricreative”. L’incontro conclusivo si terrà l’11 aprile, dalle 16 alle 18: il dott. Mazzone interverrà su “Come gestire la quotidianità: i comportamenti problema”. Tutte le iniziative messe in campo sono indirizzate, anche nell’ambito dell’autismo, a una sempre maggiore attenzione ai bisogni della famiglia, al fine di favore le migliori condizioni di vita possibili a tutti i suoi componenti, nella consapevolezza che, seppure le esigenze del singolo variano nel tempo, l’autismo richiede un impegno di cura continuo e costante. 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube