Trevisopress

Sabato
18 Agosto
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

ASOLO. Domani incontro sulla cascola delle olive

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

alt2 MARZO 2018. Cascola delle olive: il " rimedio asolano" sarà presentato proprio ad Asolo sabato prossimo con un convegno al Teatro Duse dalle 9.30. " Rimedio asolano" perché proprio da Asolo nell'estate scorsa è partito il grido d'allarme relativo proprio alla cascola in atto (cioè le olive non venivano matura ma cadevano) che ha colpito più di un migliaio di soci olivicoltori della provincia di Treviso ed anche Vicenza deprimendo così l'ambiente. È proprio da Asolo è partita la riscossa cioè è partita l'idea di commissionare uno studio per capire il perché di questa situazione. Il dott. Giovanni Alberton ha coordinato queste indagini e grazie al contributo della coop.agricola Spazio di Trevignano e della sua associata AlfaServizi di Crespano del Grappa oltre naturalmente all'associazione interregionale produttori olivicoli, si è potuto interessare il laboratorio fitopatologico di Albenga (migliore a livello europeo) per effettuare questa ricerca. Sono stati monitorati gli oliveti dell'asolano e del bassanese e poi il tutto è stato studiato in laboratorio," Finalmente siamo riusciti a trovare la causa di questa cascola- spiega il dott. Alberton- ed è proprio un fungo che tra l'altro ha causato danni un po' in tutta Italia. Sono state studiate e trovate anche delle cure e sabato durante il convegno valuteremo le più opportune. Siamo soddisfatti soprattutto per i nostri 750 soci trevigiani ed anche per la scelta della sede cioè Asolo che conta ben 20 mila olivi ed è stata nominata Città dell'olio". E per Asolo ed il suo territorio un momento importante perché si tratta anche di un omaggio a chi 24 anni fa per primo ha creduto alla coltura dell'Ulivo e cioè Franco Vettoretti di Maser ed anche perché in questi anni  anche l'amministrazione comunale si è spesa a favore di questa coltivazione come spiega l'assessore Franco Dalla Rosa:" Si il Comune da vent'anni incoraggia questa coltivazione che vuol dire non solo fare olio ma anche mantenere coltivato il terreno con coltivazioni compatibili. E questa cascola aveva depresso i nostri coltivatori che da due anni non vedevano il raccolto come prima e questa notizia della scoperta del rimedio non può che farci piacere e far tirare un sospiro di sollievo. Per tutto questo siamo felici ed onorati di ospitare questo convegno ad Asolo, tra le altre cose città del l'olio". Per questo al Teatro Duse sabato mattina sarà sistemato anche il gonfalone della città di Asolo. I relatore saranno oltre all'agronomo Giovanni Alberton a cui si deve quasi tutto, il presidente della cooperativa Spazio Andrea Capuzzo, Andrea Minuto ricercatore, Luigi Caricato oleologo mentre il moderatore sarà Enzo Gambin Direttore Aipo. Gabriele Zanchin

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube