Trevisopress

Sabato
23 Giugno
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

MOTTA. Sport e famiglia: fare squadra per i ragazzi. Stasera il primo incontro

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

alt19 APRILE 2018. Si cresce in famiglia come nello sport: due realtà che devono e vogliono dialogare per il bene dei ragazzi. Nulla di meglio che iniziare con la serata organizzata a Motta di Livenza dall’Alleanza per le Famiglie dell’Area Mottense con il supporto del Centro della Famiglia di Treviso che hanno coinvolto le associazioni sportive. Stasera, giovedì 19 aprile alle 20,30 in Casa di Riposo “Tomitano e Bocassin”, porte aperte per l'incontro con Giulia Breda, psicologa e psicoterapeuta, su Sport e Famiglia: un gioco di squadra per crescere insieme. La preadolescenza è una fase di transizione molto delicata per i ragazzi e un momento particolare per i genitori e gli educatori. La soluzione non è lasciar fare, ma costruire un sistema di regole giuste necessarie ai giovani per la stabilità in un momento di sviluppo, trasformazione e insicurezza. Difficile per loro mettersi nei panni dell'adulto, comprendere le ragioni di divieti: per questo preferiscono i coetanei come modello. E qua lo sport si inserisce come un toccasana, li accompagna nel confronto con gli altri, nella conoscenza della propria corporeità, nella scoperta di capacità e di potenzialità. Ma gli effetti si riversano anche sul piano sociale e relazionale con la disponibilità al confronto, alla collaborazione e alla solidarietà. E i genitori, in sintonia con la società sportiva, hanno il compito di promuovere nei figli un atteggiamento di fiducia e di sicurezza. A volte, invece, assistiamo a comportamenti negativi di educatori che esasperano la competizione riempiendo di aggressività i momenti di crescita oppure svalutano la dimensione della fatica dell’impegno. Sono tante le domande che genitori e allenatori attenti si fanno e che troveranno alcune risposte proprio giovedì sera nell'incontro di Motta che lancerà anche un secondo workshop formativo proprio per loro. L'evento, che ha un contributo dalla Regione Veneto, è a ingresso libero e gratuito.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube