Trevisopress

Sabato
23 Giugno
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

REPORT. Stasera va in onda la trevigiana DBA Group

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

alt21 MAGGIO 2018. Anche il sogno può essere digitale. Il sogno di creare centinaia di imprese e di posti di lavoro nell’entroterra dei porti italiani è raccontato nel reportage di Michele Buono in onda su Report lunedì 21 maggio. Ed ha anche un protagonista trevigiano, Dba Group, l’azienda di Villorba specializzata nella connettività delle reti. Il porto di Rotterdam movimenta tanti container quanti quelli dell’intero sistema portuale nazionale. Rotterdam ha 40 chilometri di costa, l’Italia è una piattaforma nel Mediterraneo di fronte a Suez, che chilometri di costa ne ha ben 7.600. Eppure non funziona. Collegamenti ferroviari, profondità dei fondali, banchine e gru non sono condizioni sufficienti. Occorre un sistema integrato di porti e di infrastrutture, e tra queste le infrastrutture immateriali, la banda larga e i big data. Occorre che il sistema sia intelligente, la movimentazione veloce.

E’ qui il ruolo di Dba Group. Grazie ai sistemi di comunicazione digitale i flussi di navi, camion, container vengono intercettati su grandi distanze, incastrati tra loro e coordinati. E la ricchezza alla quale punta il reportage di Report sta proprio dentro quei container che non devono passarci sotto il naso e portare lavoro e ricchezza solo lontano da qui. Essi trasportano merci che devono essere lavorate, e quelle lavorazioni valgono almeno un punto di Pil italiano e possono essere assemblate nei retroporti, come Michele Buono chiama le aree speciali in terraferma. “L’Italia ha ancora molte chances per realizzare il sogno”, ha detto Francesco de Bettin intervis Report, “difettiamo di alcune condizioni, ma è in movimento nel globo e ci arriva incontro una grande massa di merci. L’occasione per i porti del Mediterraneo e per il nostro Paese è gigantesca. Dba Group è già presente in alcuni dei principali gangli dal Mar Caspio all’Alto Adriatico e Alto Tirreno, oltre che lungo lo Stivale”. La simulazione di Report rivela alcuni buchi neri nel sistema. Ma indica soprattutto i modi per portare in casa nostra così tanta ricchezza che qui arriva ma passa oltre.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube