Trevisopress

Giovedì
18 Ottobre
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

POLITICA. Sindaci a Roma: accolta richiesta sblocco avanzo di bilancio

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

alt3 OTTOBRE 2018. È notizia di oggi, mercoledì 3 ottobre, che il MEF ha diramato una circolare che accoglie una delle richieste dei sindaci trevigiani: lo sblocco dell’utilizzo dell’avanzo di bilancio già per l’anno in corso, in attuazione delle sentenze della Corte Costituzionale.  Ieri infatti,  l’Associazione Comuni della Marca Trevigiana, scesa in delegazione a Roma, ha presentato al sottosegretario al Ministero Economia e delle Finanze Massimo Bitonci il documento “Piattaforma per una migliore finanza pubblica”, con le 10 richieste dei Comuni trevigiani per evitare il collasso. Il documento, elaborato dal gruppo di lavoro “Finanza Locale” dell’Associazione dei Comuni della Marca Trevigiana, era stato presentato ai parlamentari trevigiani lunedì 24 settembre, in un incontro a Treviso a cui si erano presentati la senatrice Sonia Fregolent e i deputati Angela Colmellere e Raffaele Baratto. Tra le richieste avanzate del Documento: la concreta attuazione del “federalismo dei costi standard”; la restituzione ai Comuni della “piena autonomia nel governo della leva fiscale”; l’aggiornamento del catasto in tutto il territorio nazionale (per avere basi imponibili realistiche); l’effettiva liberalizzazione degli avanzi di bilancio e la revisione di tutti quei “meccanismi bizantini” che impediscono l’utilizzo degli spazi finanziari pur in assenza di debito; la soppressione del sistema della Tesoreria Unica; la possibilità per i Comuni del ricorso all’indebitamento per investimenti di messa in sicurezza del proprio territorio; lo sblocco del turnover e la possibilità di nuove assunzioni su base concorsuale; una reale semplificazione legislativa per abbattere la “giungla normativa” vigente che ingessa l’azione amministrativa dei Comuni.

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube