Trevisopress

Mercoledì
20 Giugno
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Economia

DISATRO BANCHE. TUTTI APPESI AL FONDO

MESTRE 7 APR 18_A Mestre in una sala affollatissima si sono incontrate le associazioni dei risparmiatori coinvolti dal dissesto delle banche venete e centro sud e il sottosegretario uscente Pierpaolo Baretta. Ad aprire i lavori Patrizio Miatello Ezzelino III da Onara, che ha sollecitato l'urgenza immediata e la scrittura dei decreti attutivi privi di ogni paletto sottolineando che l'unicità a livello mondiale senza precedenti del fondo che va a rimborsare risparmiatori azionisti non deve avere vincoli in quanto tutti vittime della colossale truffa di massa,  Maurizio Crema moderatore pone varie questioni per gli aspetti legali, intervengono avv. Fulvio Cavallari Adusbef , avv.ta Barbara Puschiasis Consumatori Attivi, Adiconsum su delega Valter Rigabon, Giovanna Capuzzo Federconsumatori Veneto, Tamburini Federconsumatori Udine,Stefano Prevedello Assopopolari, Milena Zaggia 4 banche centro sud, Alberto Dolcetti Azzerati Ferrara, Casa del Consumatore, molteplici interventi dei risparmiatori azionisti.
E' stato così sottolineato come le procedure sia penali che civili che concorsuali ad oggi in essere sulle banche venete non diano molte speranze di ottenere in tempi rapidi un risarcimento certo sia a causa dell'inesorabile decorso delle prescrizioni sia per la difficoltà di avere un soggetto solvibile, così rendendo il Fondo l'unico strumento ad oggi utile per ridare giustizia ai risparmiatori. 
Da queste premesse dunque il sottosegretario uscente Baretta ha esordito per annunciare come il regolamento attuativo del Fondo sia già pronto e abbisogni unicamente di alcuni vagli tecnici prima di essere portato alla firma. Esso prevede maglie larghe per l'accesso al fondo così ricalcando dunque quanto già previsto nella legge di bilancio. Lo stesso Barletta ha altresì evidenziato due aspetti: il primo è  quello che fa discendere il rimborso da parte del Fondo all'accertamento del danno e dunque il diritto del risparmiatore a vederselo risarcito. Il secondo invece è l'esiguita' delle risorse del fondo che comunque non incidono sulla fiscalità generale bensi' sui conti dormienti. Tale dotazione economica, ha sottolineato Baretta, deve essere implementata in futuro in base alle richieste che perverranno al Fondo.  
II dato importante è che si è rinnovata, anzi  allargata, la convergenza unitaria che chiede con  urgenza il regolamento del Fondo per attivare entro pochi mesi i risarcimenti:
  1. Adiconsum in delega di Valter Rigobon, 
  2. Adoc, 
  3. ANLA Veneto Lando Arbizzani
  4. Apindustria Veneto Ivan Palasgo, 
  5. Azione Vitale Dario Pozzobon, 
  6. Assopopolari Stefano Prevedello Giuseppe Zoccarato , 
  7. Casa del Consumatore su delega Elena Bertorelli
  8. Confedercontribuenti Veneto delega Belluco ,
  9. 4 Banche centro Sud  Milena Zaggia 
  10. Federconsumatori Veneto Giovanna Capuzzo, 
  11. Federconsumatori Friuli Tamburini, 
  12. Unione Consumatori Nazionali in delega Antonio Tognoni, 
  13. Senior-Veneto Vincenzo Gigli
  14. Azzerati Ferrara  Alberto Dolcetti 
  15. Amici Carife  Tarroni 
  16. Lega Consumatori delega Erica Zanca
  17. Codacons Franco Conte
  18. Ezzelino III da Onara Patrizio Miatello  Prof Rodolfo Bettiol 
  19. Adusbef Fulvio Cavallari.
"Invitiamo tutti a relazionarsi con amministratori parlamentari del territorio per richiamare l'urgenza", ha detto Franco Conte del Codacons Veneto, "certo ci sono tante aspetti da chiarire, ma se non si comincia....la disperazione colpirà ancora.
Le forze politiche devono mantenere quello spirito di attenzione ai risparmiatori traditi che ha portato quell'atto di buona politica che ha istituito il Fondo e mantengano gli impegni assunti prima e rinnovati dopo l'esito elettorale".
 

RONCADE. L'Arsenale in dirittura d'arrivo

RONCADE. L'Arsenale in dirittura d'arrivo

6 APRILE 2018.  L’Arsenale di Roncade, il progetto commerciale realizzato dal Gruppo Basso, è in dirittura d’arrivo ed aprirà nella prima metà di settembre. Completata la commercializzazione delle medie superfici, il nuovo centro commerciale sarà perfezionato con l’inserimento di negozi medio-piccoli. Oggi, grazie all’input dell’amministrazione comunale, in Comune a Roncade si sono svolti due incontri conoscitivi: il primo con i commercianti dell’area e il secondo nel pomeriggio con gli artigiani...

ECONOMIA. Da Benetton c'è la Banca Ore Etica

ECONOMIA. Da Benetton c'è la Banca Ore Etica

6 APRILE 2018.  Benetton Group e le Organizzazioni Sindacali hanno firmato il nuovo contratto integrativo aziendale; l’accordo, raggiunto dopo oltre quattro mesi di negoziato, è stato approvato dalle assemblee dei lavoratori del Gruppo che si sono tenute ieri ed oggi.  Il contratto, della durata di tre anni, fino al 31 dicembre 2020, e che integra il CCNL Tessile Moda Abbigliamento (SMI), interessa i circa 1.400 dipendenti delle sedi di Ponzano Veneto e Castrette di Villorba.  Nell’ottica della sol...

SINDACATO. Accordo integrativo alla Benetton

SINDACATO. Accordo integrativo alla Benetton

6 APRILE 2018.  Benetton, approvata dalle assemblee dei lavoratori l’ipotesi di accordo integrativo aziendale. “E’ un buon accordo per quanto riguarda la parte normativa e pragmatico per quanto concerne il piano economico - commentano  Nicola Brancher Segretario generale Femca Cisl Belluno Treviso, Cristina Furlan Segretario generale della Filctem Cgil Treviso e Rosario Martines della Uiltec Segretario generale Treviso Belluno  -. Su alcuni temi cruciali come la formazione, l’inquadramento professi...

AGRICOLTURA. Ricerca sul cancro dei noceti

AGRICOLTURA. Ricerca sul cancro dei noceti

Pagina 4 di 433

Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube