Trevisopress

Sabato
18 Agosto
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Economia

CNA. Ratificare il CETA

CNA. Ratificare il CETA

24 LUGLIO 2018.  «Il presidente di Coldiretti Treviso Polegato ha dichiarato alla stampa che il CETA è “un accordo molto controverso che va a sfavore di tutte le denominazioni protette”. In realtà se guardiamo ai dati oggettivi si evidenzia che l’Italia è il principale beneficiario dell’intesa di libero scambio UE-Canada. Infatti, grazie al CETA, il Canada si impegna a tutelare ben 143 prodotti europei certificati, di cui 41 italiani che sono il 90% dei prodotti italiani certificati esportati nel Paese nordamericano. Non si può boicottare un accordo che porta molti benefici al nostro Paese e all’Europa per protesta contro il fatto che il 10% dei prodotti italiani certificati non viene riconosciuto!». Lo afferma Giuliano Rosolen, direttore di CNA territoriale di Treviso, che invita la Coldiretti ad approfondire attraverso dati ufficiali reperibili. Dopo l’entrata in vigore provvisoria del CETA (settembre 2017) le esportazioni del settore agroalimentare italiano nel suo complesso verso il Canada sono aumentate del 6,2% e le importazioni dal Canada si sono ridotte del 18,1%.

Nel 2017 in Canada l’Italia ha esportato 80 mila tonnellate di vino, +9% rispetto al 2016. Se il vino, con 330 milioni di euro, è al primo posto per valore tra i prodotti alimentari italiani esportati nel paese nordamericano, l’olio di oliva è al 6º posto (85 milioni di euro), i formaggi al 14º posto (50 milioni di euro) e la pasta al 20º posto con 30 milioni di euro, per un totale di 495 milioni di euro (v. tabella allegata fonte Istat).

"Con il CETA - afferma CNA- l’Italia non sarà invasa da carni agli ormoni e grano al glifosate, perché tutti gli accordi di libero scambio che l’Unione Europea sottoscrive prevedono il rispetto degli standard europei in materia di sicurezza alimentare. Per quanto riguarda le principali importazioni: dal Canada importiamo soprattutto petrolio, per 294 milioni di euro, e frumento, per 190 milioni di euro".

«Il nostro appello rimane quello fatto qualche giorno fa ai parlamentari trevigiani: ratificare il CETA quando arriverà in Parlamento» conclude il direttore di CNA Treviso.

 

CISL. Educazione finanziaria in azienda

CISL. Educazione finanziaria in azienda

20 LUGLIO 2018.  È allarme indebitamento fra i lavoratori trevigiani e bellunesi.  In alcune grandi aziende quasi un dipendente su 10  sta usufruendo della cessione del quinto dello stipendio, prestito personale a cui possono accedere i dipendenti con contratto a tempo indeterminato, ma anche i pensionati. Si tratta di un finanziamento concesso da finanziarie di varia natura spesso  caratterizzato da interessi altissimi e dal fatto che la rata viene trattenuta direttamente dallo stipendio  (o dalla p...

CONSORZIO BOSCO MONTELLO. Uva venduta per 370 mila euro. Asta vinta da Cantine Ermes

CONSORZIO BOSCO MONTELLO. Uva venduta per 370 mila euro. Asta vinta da Cantine Ermes

20 LUGLIO 2018. 370mila euro: è la cifra con cui è stata assegnata l'asta per l’uva prodotta nel vigneto in Comune di Nervesa della Battaglia di proprietà del Consorzio Bosco del Montello. Il Consorzio si è fatto imprenditore agricolo coltivando direttamente il terreno tramite la ditta Marchesin (in Volpago) di Martignago Stefania & C., e mettendo poi in vendita l’uva prodotta – 14 ettari glera (l’uva del prosecco), cabernet sauvignon, cabernet franc, merlot - nella superficie  in collina di 199...

TREVISO. Il peso del fisco a 57,1%

TREVISO. Il peso del fisco a 57,1%

17 LUGLIO 2018. Aumenta ancora a Treviso il peso del fisco sulle Pmi, pur mantenendosi sotto la media nazionale. Nel 2018 il Total tax rate previsto è del 57,1% (nel 2017 era stato del 56,9% e nel 2016 del 56,7%) contro una media nazionale del 61,4% (dal 60,9% del 2016). 

Quest’anno, gli imprenditori trevigiani finiranno di pagare le tasse il 26 luglio e venerdì 27 potranno festeggiare il Tax Free Day (che nel 2017 era caduto il 26 luglio e nel 2016 il 25 luglio). Il rapporto annuale curato dall’...

TREVISO_PADOVA. Gli Industriali chiedono correzioni al decreto dignità: è punitivo

TREVISO_PADOVA. Gli Industriali chiedono correzioni al decreto dignità: è punitivo

TREVISO 3 LUG 2018 - «Al nuovo Governo abbiamo offerto un’apertura di credito, ma con altrettanta chiarezza diciamo che l’approccio del cosiddetto “Decreto dignità”, con la stretta sui contratti a tempo determinato e la reintroduzione delle causali, rischia di essere un boomerang per i lavoratori e per le imprese. Il rischio è quello  di azzerare una tendenza virtuosa che solo in Veneto ha visto nel primo trimestre 2018 un saldo positivo di 53.200 posti di lavoro e la crescita delle assunzioni a...

Pagina 2 di 436

Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube