Trevisopress

Sabato
21 Luglio
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Cronaca Treviso

Fahd Bouichou torna a dormire vicino a Castagnole

Fahd Bouichou torna a dormire vicino a Castagnole
19 marzo - Il killer di Castagnole, dopo oltre due ore negli uffici della Questura, è stato caricato su una volante della squadra Mobile e accompagnato alle carceri di Santa Bona. Finisce qui il ruolo della Questura. Fahd Bouichou, accusato di duplice omicidio, resta nel carcere di Treviso a disposizione della magistratura trevigiana che procederà ad interrogarlo garantendo all'accusato ogni diritto di legge. La Procura della Repubblica ne deciderà quindi successivamente la destinazione. Nei giorni scorsi si era fatta l'ipotesi di un carcere di massima sicurezza. Intanto il Bouichou passerà la prossima notte in Italia dopo la fuga in Slovenia in una cella del Santa Bona. Dal 24 febbraio, giorno del duplice omicidio, l'uomo non ha mai dormito così vicino (qualche migliaio di metri) dal luogo dove la bimba e sua madre sono state sepolte. Nella fototrevisopress un primo piano dell'uomo mentre esce dalla Questura diretto al carcere.
 

Il presunto killer di Castagnole estradato a Treviso

Il presunto killer di Castagnole estradato a Treviso
19 marzo - Alle 11,50 Fahd Bouichou è sceso in via Carlo Alberto a Treviso da una volante della squadra mobile che lo aveva ricevuto in consegna dalla polizia slovena nella zona di Trieste, al passo di Rabuiese. Il padre e presunto killer della piccola Arianna e della madre Elisabetta Leder dopo il duplice omicidio è stato in breve tempo identificato, individuato e fermato. Era in territorio sloveno. Si è poi messa in moto la macchina delle relazioni internazionali della polizia e in meno di un...

Ieri Montebellunese al setaccio: due espulsi e un'auto trattenuta

Ieri Montebellunese al setaccio: due espulsi e un'auto trattenuta
18 marzo - I servizi di controllo del territorio da parte della Questura sono stati condotti ieri nella zona di Montebelluna. Ne ha dato notizia questa mattina il dott. Luca Migliorini indicando in 9 i posti di controllo istituiti. Sono stati contreollati 58 cittadini di cui 36 italiani e 42 veicoli. E' stata sequestrata un'auto di un cittadino straniero perché sprovvista di assicurazione. Sono stati fermati due cittadini stranieri, di cui uno clandestino, e non in regola con il permesso di sogg...

Bullismo a Spresiano: c'era un'altra vittima

Bullismo a Spresiano: c'era un'altra vittima
17 marzo ore12:33 - La scorsa settimana la Procura della Repubblica per i minorenni di Venezia ha formulato la richiesta al Tribunale della medesima sede la possibilità che venga esperito il rito del 'giudizio immediato', con udienza fissata per il 16 giugno p.v., nei confronti del diciassettenne di origine slava che il 6 dicembre  era stato  arrestato dai militari della Compagnia Carabinieri di Treviso in flagranza di reato per estorsione per aver costretto all’uscita di scuola, a seguito ...

Bancomat manomesso a Spresiano scoperto dai Carabinieri

Bancomat manomesso a Spresiano scoperto dai Carabinieri
16 marzo - Nella nottata di ieri, nell’ambito di tutta una serie di servizi coordinati a largo raggio in città e provincia, al duplice fine sia di intensificare la presenza ed il controllo del territorio attraverso pattuglie automontate e militari appiedati nei vari centri storici dei Comuni, che di prevenire la commissione di delitti, soprattutto di natura predatoria, i Carabinieri della Stazione di Maserada sul Piave della Compagnia di Treviso, sono riusciti a scoprire, nel Comune di Sp...
Pagina 905 di 927

Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube