Trevisopress

Venerdì
20 Aprile
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Regionale

PADOVA. Seminario internazionale su Bembo

PADOVA. Seminario internazionale su Bembo

14 FEBBRAIO. Il 24, 25 e 26 febbraio a Padova, nella storica sede della Accademia Galileiana, i maggiori studiosi da tutto il mondo si incontreranno per approfondire la figura di Pietro Bembo, in preparazione alla grande mostra che la Fondazione Cassa di Risparmio dedicherà al Bembo e alla sua mitica Collezione di opere d'arte nel 2013. La mostra si propone di riportare a Padova i tesori che l'intellettuale e cardinale padovano riunì nella sua casa di Borgo Altinate, una delle prime organiche "raccolte d'arte" europee, ora dispersa tra i grandi musei d'Europa e d'America.

A tutti è familiare il nome di Bembo, come quello del letterato cui si deve l'italiano che usiamo ancora oggi, codificato nelle Prose della volgar lingua come lingua nazionale, fondata sulle opere di Petrarca e Boccaccio. Negli stessi anni, a Roma, Michelangelo e Raffaello creano un'arte nuova ma basata sulla grandezza di quella antica, una perfezione senza tempo e senza inflessioni regionali: le loro opere sono alla base di quello che oggi chiamiamo l'arte del Rinascimento. I tre si conoscevano bene, e non solo perché erano di casa alla corte dei Papi: Bembo era un letterato ma frequentava, collezionava e spesso influenzava gli artisti, e la sua idea di classico pervade l'arte del suo tempo. Nelle Prose della volgar lingua, Bembo indica proprio in Michelangelo e Raffaello i due modelli della nuova maniera artistica.

E' questo il nodo storiografico che affronta il seminario internazionale "Piero Bembo e le arti" che si terrà a Padova, presso l'Accademia Galileiana, dal 24 al 26 febbraio prossimi, per iniziativa della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo in collaborazione con il CISA Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio diretto da Guido Beltramini.

E' la prima tappa di un progetto di ricerca che giungerà nella primavera del 2013 ad una mostra a Padova su Bembo e le arti, che intende ricostruire il suo mondo e ricomporre, per quanto possibile, la straordinaria collezione che Bembo aveva raccolto nella sua casa di Padova.

I dipinti, frutto anche del gusto squisito del padre Bernardo, erano di Raffaello, Giovanni Bellini, Mantegna, Tiziano, Memling. Le statue erano alcuni fra i pezzi antichi più belli delle collezioni rinascimentali, accanto a sculture moderne di Pietro Lombardo, a bronzetti e ad argenti cesellati da Benvenuto Cellini. Vi erano gemme antiche incise, che erano appartenute a Lorenzo il Magnifico. Non mancavano pezzi insoliti, come la leggendaria Mensa Isiaca, una grande lastra da altare in bronzo e argento con geroglifici egizi incisi. E ancora vi erano codici antichissimi, come il Virgilio Vaticano (IV-V secolo d.C.) o Le Commedie di Terenzio (IX-X secolo d.C.), accanto a manoscritti miniati, ad iscrizioni su pietra o bronzo, a strumenti scientifici. La collezione Bembo fu unica perché non fu generata semplicemente dal "gusto" del proprietario, ma dalla sua volontà di indagine e conoscenza enciclopediche delle arti, della storia, della natura.

 

AUTOSTRADA A4. Trasporto eccezionale, il più grande nella storia di Autovie

AUTOSTRADA A4. Trasporto eccezionale, il più grande nella storia di Autovie

13 FEBBRAIO. E' il trasporto eccezionale più grande nella storia di Autovie Venete: un pezzo del motore che farà funzionare la Centrale di cogenerazione di energia pulita di Gorizia. Lungo 13 metri, alto 4 metri e mezzo, largo  più di quattro metri, pesa 185 tonnellate e per essere trasportato ha richiesto un veicolo lungo 87 metri e largo 6 metri e 15, costituito da due rimorchi, ognuno dei quali a 14 assi (un tir ne ha 5, di solito). Il "convoglio", trainato da due motrici (una in testa e una ...

AUTOVIE. Informazioni bluetooth

AUTOVIE. Informazioni bluetooth

11 FEBBRAIO. Autovie Venete ha attivato un nuovo servizio per diffondere le informazioni sul traffico, utilizzando la tecnologia bluetooth. Conclusa la fase sperimentale, il servizio è attualmente in funzione nell'area di servizio di Gonars Nord sulla A4, ma sarà poi "replicato" su tutte le aree di servizio presenti sulla rete gestita da Autovie Venete. Il nuovo strumento, che va ad aggiungersi ai molteplici canali informativi già utilizzati dalla Concessionaria, sarà presentato dal Presidente d...

VENEZIA. Domani a Ca' Foscari il gen. Angioni

10 FEBBRAIO.  "L'Etica della guerra. I conflitti fuori dalle regole". E' il titolo del dibattito promosso dall'Ordine dei giornalisti del Veneto in collaborazione con l'Università di Ca' Foscari, che si terrà domani, venerdì 11 febbraio, alle ore 15.30 nell'aula magna di Ca' Dolfin, Dorsoduro 3825/E a Venezia.Da decenni le guerre hanno cambiato fisionomia. I soldati privati hanno un ruolo crescente, gli aerei senza pilota e le bombe intelligenti spesso si trasformano in armi cieche, il diritto u...

AUTOVIE. Nel 2010 quasi 8500 interventi di soccorso ai mezzi

AUTOVIE. Nel 2010 quasi 8500 interventi di soccorso ai mezzi

10 FEBBRAIO. Le modalità di intervento per il soccorso meccanico in autostrada, le misure di sicurezza da adottare e le sinergie con il Centro Radio Informativo di Autovie Venete, sono i principali argomenti trattati durante la giornata di formazione (foto) che la Concessionaria ha organizzato per tutte le officine meccaniche che coprono questo servizio sulla rete autostradale sia per quanto riguarda l'imminente apertura dei cantieri per la realizzazione della terza corsia della A4. In prevision...

Pagina 370 di 372

Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube